venerdì 17 gennaio 2020

Momenti Imperfetti

Ci sono dei momenti di un’imperfezione assoluta. Momenti che te li prendi tra le dita e pensi: anvedi, un momento così manco a pagarlo. Ve la ricordate la mia lista propositiva e positiva di inizio anno in cui depennavo delle catastrofi imminenti? No, certo, neppure io me la ricordo quasi più. Però un paio di punti li posso riportare: 

- l’ influenza col vomito mi perseguita;
- la lavatrice continua a fare rumori strani, si romperà a breve;


Ratifico:

- l’influenza col vomito mi perseguita;
- la lavatrice è andata;


L’influenza gira, è il picco, lo hanno detto; e va bene, anche se noi avevamo già dato, al picco non si comanda. Ma la lavatrice ancora in garanzia per la quale la Whirlpool mi manda a dire tramite l’assistenza che il pezzo utile per la riparazione sarà disponibile non prima del 14 febbraio? Stai scherzando, Whirlpool, n’è vero! Che ci sono pure passata dal negozio d’assistenza, prima che i pargoli ricadessero nel vortice del picco. Sono andata come vanno le disperate, coi bambini uno da una parte e una dall'altra, e la chiara intenzione di colpire dritto al cuore duro dell’anziana signora al bancone dell’accettazione. 

“Vede, signora, vede…? Ho due bambini piccoli, sono fuori casa tutto il giorno, ma come devo fare io a mandarli in giro se non ho la lavatrice per lavarli e stirarli? E’ mamma pure lei, forse nonna…”. 

Neppure le avessi detto stronza. Non era mamma e neppure nonna. Mi ha detto: se la prenda con la Whirlpool. 

Così, ieri mattina mi sono attaccata alla live chat della casa madre della mia lavatrice. Mi ha risposto Sonia: 

“Come posso esserle utile?” 

“Ti prego, Sonia, mandami il pezzo e viene ad aggiustare la mia lavatrice.” 

“Ho preso in carica la sua richiesta, la richiamo in giornata.” 

“Grazie Sonia, mi fido di te, lo sento che sei una brava ragazza… Chiamami, eh, ti aspetto.” 

Ad oggi, Sonia è scomparsa. Nessuno l’ha più vista o sentita. Ho riaperto la live chat ma di lei neppure l’ombra. I miei figli, entrambi, continuano a piccoinfluenzare un po’ dove capita. Non comprate mai una lavatrice Whirlpooll. Non fatelo, men che mai se è il modello Zen, l’inganno sta nel nome: la lavatrice è stata creata per testare il vostro livello di sopportazione e non viceversa. Sto facendo una cattiva pubblicità ad un marchio? Sì. 

Ma ho divagato. Ci sono momenti di un’ imperfezione assoluta, che tu li guardi ed è come quando esci al mattino e hai dormito tre ore appena: hanno contorni frastagliati e l’ombra sfumata di grigioro. Sono momenti belli. Autentici. L’imperfezione rilascia un carico esagerato di vita e schiuma d’emozioni che puoi comunque convogliare in qualcosa di buono. Da quanto non avevo due giorni interi di seguito da trascorrere con i miei figli rintanati nella nostra pace casalinga? Tra una botta di febbre, una di vomito e una alla lavatrice, ci godiamo il divano e le coccole. I momenti imperfetti portano meraviglia, stupore d’esserci. Portano musica, un film per caso, un bacio dato in punta di naso. Quando avevo sedici anni e respiravo il mare invece dello smog della capitale, conoscevo un signore che coltivava una passione smodata per gli scogli. Andava alla ricerca di scogli sempre nuovi, rimaneva ad ammirarli per ore, ci passeggiava sopra, li accarezzava, ne fotografava a raffica le forme. Non capivo cosa ci trovasse di speciale. “Perché sono imperfetti” mi disse una volta. “Irregolari, frastagliati, possono anche farti male, puoi ferirti su uno scoglio, se sei in acqua e ci sbatti contro puoi anche morire. Ma se sai starci sopra, in equilibrio sulla loro superficie irregolare, il mare lo vedi da un’altra angolazione e l’emozione che provi è del tutto differente. Cerca sembra l’imperfezione nella vita, rimani in equilibrio sugli aventi imprevisti, sulle dosi di amore straordinario e inaspettato, è da lì che scaturisce la felicità più vera.”

dal web

36 commenti:

  1. La Whirlpool sarà felicissima per questa tua recensione. 🤣🤣
    Comunque la vecchia non madre e non nonna potevi beccarla solo tu.
    Ti sono solidale e ti abbraccio forte. 😂😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che sei sempre al mio fianco <3 *_*... E invece tu sai, no, che le anziane pazze sono una mia prerogativa :DDD...
      Ti stritolo di abbracci, Claudia :***
      p.s. e falla la mia torta arcobaleno ahahahahahahah

      Elimina
  2. Meno male che sai trasformare il brutto e noioso in bello e divertent, per te e per i tuoi figli. Brava mamma Irene. Saluti belli.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Sinforosa! Detto da te è un gran complimento *_*
      Un abbraccio :*

      Elimina
  3. L'intervallo di tempo che passa tra un qualcosa di sgradevole e un altro proprio insopportabile, io lo chiamo momento gradevole. La mia filosofia di vita è una medicina per scansare il pessimismo. Somiglio all'uomo dello scoglio. La visione della realtà è soggettiva e da un'angolatura particolare può sembrare più bella. E poi c'è il destino. L'esperto è un regista israeliano, Samuel Maoz. Racconta un episodio intrigante. Un padre si serviva del taxi per mandare la figlia a scuola. Stanco di quella spesa decise che la ragazza avrebbe preso l'autobus, doveva solo imparare a svegliarsi prima.
    La linea del suo autobus era la 7. Poco dopo, dal TG, arriva la notizia tremenda, un terrorista si era fatto esplodere su un autobus della linea 7 e c molte persone erano morte. Un'ora di telefonate per conoscere i nomi delle vittime. Un periodo di tempo carico di angoscia. Stressato si allunga sul divano, qualcuno apre la porta e vede la figlia. Era tornata a casa; aveva semplicemente perso quell'autobus.
    Ecco, potrebbe succedere che un'influenza fastidiosissima ti blocca a letto, ma evita il giorno che uscendo di casa un'automobile ti avrebbe mortalmente investita. Il film di Maoz che ieri sera ho visto su Sky Cinema si intitola “Il foxtrot è il ballo di un uomo col suo destino”.
    Ciao Irene.




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, il film probabilmente lo guardo *_* apprezzo sempre i buoni consigli. I registi israeliani non mi dispiacciono. La filosofia di vita di cui parli è qualcosa che ho sempre cercato di fare anche mio. Quando ero studentessa ho lavorato per un periodo in aeroporto. In quel periodo mi ricordo scrissi una serie di racconti concatenati a cui diedi il titolo: "Sette racconti aeroportuali con volo perso", che alla fine narravano più o meno di tutte le occasioni di vita conseguenti ad un avvenimento inizialmente poco propizio come quello di perdere un aereo.
      Buona domenica, Gus

      Elimina
  4. Cara Irene, di queste cose io casco dalle nuvole!!! solo mia moglie Sto arrivando! tutto!!!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
      Tomaso 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Tomaso! E fai bene ^_^
      Un abbraccio grande e un gran sorriso a te

      Elimina
  5. Irene stesso problema con congelatore a pozzetto della stessa marca. dopo due mesi dall'acquisto si è rotto

    Mai più Whirlpool

    Per il resto,dolo tu riesci a trovare il bello nella bruttura assoluta. Ms il tuo cuore è così grabdd e limpido!
    Bacio grande a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, vedi, colti in fallo ancora: non sei l'unica che mi sta confermando la scarsa qualità di alcuni prodotti con questo marchio.

      E tu! anche tu riesci sempre a trovare il bello nel brutto, la forza nei momenti più scoraggianti :*

      Elimina
  6. Sei riuscita a capovolgere la situazione cara Irene!
    Ci vuole saggezza per saper cogliere il buono anche in momenti duri e difficili, anche negli scogli che troviamo ad ogni angolo della nostra vita.
    Grazie per aver condiviso con noi questo momento e ... auguroni per tutto.
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria, sulla saggezza ci sto lavorando, sulla positività sono a buon punto ^_^
      Un abbraccio a te, mia cara <3

      Elimina
  7. "Cerca sembra l’imperfezione nella vita, rimani in equilibrio sugli aventi imprevisti, sulle dosi di amore straordinario e inaspettato, è da lì che scaturisce la felicità più vera."
    Bellissimo, grazie Irene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, Verbena, grazie a te! A te che sai sempre cogliere le sfumature che più mi emozionano :* <3

      Elimina
  8. Noi siamo imperfetti per natura.
    Quindi è normale cercare l'imperfezione.
    Il problema è quando esigiamo la perfezione, specie dagli altri, partendo dal presupposto che ai nostri occhi..noi siamo perfetti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè, parli di quella categoria di gente che andrebbe soppressa, amico mio :DDD...
      Io sono sempre pronta a stilare nel mio piccolo una lista e a sottoscrivere la distruzione degli elementi indicati ^_^
      Ti vuoi unire? :D

      Elimina
  9. Anche qui il picco d'influenza intestinale non ha risparmiato alcuni di noi e infatti il nostro dipendente è tornato a lavoro solo da un paio di giorni.
    Mi dispiace per la lavatrice, soprattutto per il fatto che senza ormai non si può proprio stare.

    Per il resto lasciami dire...che incanto. Le tue parole, le tue emozioni, la descrizione leggera di quei momenti imperfetti che sono quelli di vita vera, la più autentica che esista. E l'uomo degli scogli, beh, peccato non conoscerlo.
    Buona giornata e buona guarigione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà se vive ancora, l'uomo degli scogli...
      A me dici: che incanto...? Tu saresti la scrittrice che leggerei volentieri <3
      p.s. Credo che non siamo così lontane, in base alle tue indicazioni :*

      Elimina
    2. Avrei voluto diventarlo, una scrittrice.
      Per anni ci ho pensato e ho coltivato il sogno.
      Un caro abbraccio.

      Elimina
    3. Non è mai troppo tardi...
      forse in futuro avrai l'occasione per scrivere il tuo primo libro..
      Irene non lo farà perché è timida :D

      Elimina
    4. Sara, coltiva il sogno! Credici, hai tutte le carte in regola per farlo *_*

      Elimina
    5. Ricca, mai dire mai :P... magari facciamo una cosa a due: un bel romanzo a sfondo calcistico :DDD
      ti bacio

      Elimina
  10. Ciao Irene. Goditi l'imperfezione della vita e tampina il tecnico della lavatrice che non è pensabile che ci metta tutto questo tempo ad arrivare il pezzo di ricambio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbi, ho la mazza dietro la porta. Attendo solo lunedì :DD
      Grazie, cara, un abbraccio! ^_^

      Elimina
  11. Quanto devo attendere per rubarti un sorriso Irene. L'influenza prestissimo passerà, la lavatrice vedrai tornerà perfettamente funzionante con i suoi 1000 giri di centrifuga, e sorgerà il sole sul tuo viso cosi da donarci una meravigliosa Primavera.
    Quell'abbraccio forte che meriti per il tuo coraggio sincero che hai di affrontare quotidianamente la vita.
    Un bacio
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, te ne ho appena regalato uno (di sorriso), Maurizio ^_^
      Grazie per il bellissimo augurio e per l'abbraccio :* <3

      Elimina
  12. Adoro guardare il mare dagli scogli, anche tuffarmici, in estate. Ma davvero hai incontrato tanta saggezza e tanta poesia a sedici anni? 😍
    Invece, per tornare a questioni di bassa lega, non parliamo di guai con gli elettrodomestici! E tiè, facciamoci odiare dai grossi marchi, al limite della calunnia, ma io a Whirpool aggiungerei l’elettrolux: frigorifero recente con termostato scassato e assistenza che non assiste. Che s’ha da fa? Niente, pensiamo alle emozioni vere, bellissime, con i figli, sul divano, a scambiarsi bacini e bacilli: ti costa una vomitata in più? Ma vuoi mettere l’imperfezione straordinaria di attimi così rari? 🤗🤢😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm... lo sai che mi sa che la tua Elettrolux ci azzecca qualcosa con la mia Whirlpool? :O... Quando chiamo l'assistenza madre nominano anche quella... Gestiranno più marchi O-O

      Però, sì, alla fine chissenefreaga, come dici tu, amica mia, le emozioni, quelle vere e bellissime, sono l'unica cosa che conta veramente <3 E speriamo di riuscire ad emozionarci presto insieme davanti ad una tazza di caffè ^_*

      Elimina
  13. Io ho sempre usato elettrodomestici REX e durati anche più di 20 anni
    senza problemi . PUBBLICITA' gratuita !!!!!!
    Ricordo , quando ero ancora incinta della mia primogenita , avevo
    chiuso male l'oblò della lavatrice . Quando me ne sono accorta , l'acqua
    era uscita in corridoio e giù per le scale . Ti immagini io con il
    pancione tirare sù tutta quell'acqua ? Avrei pianto .
    I momenti imperfetti capitano a tutti ma , anche quelli perfetti ,
    questa si chiamano VITA .
    Bonariamente ti dico che il tuo post così disastroso mi ha fatto sorridere,
    spero abbia fatto sorridere anche te scrivendolo .
    Un abbraccio . Laura
    PS. Sara o il tecnico , si sono fatti vivi ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura, tu a pelle mi ispiri grandezza: nel senso di una grande donna. Ti immagino col pancione a tirar su acqua sempre col sorriso.
      Ed io, sì, se c'è una cosa che mi contraddistingue è certamente l'ironia e, soprattutto, l'autoironia ^_*

      eh no, né Sonia, né il tecnico :(( attendo lunedì :*

      p.s. prossima lavatrice: REX!

      Elimina
  14. In quattordici anni credo si sia rotto solo il cestello ( cestino?) della mia Bosh per un 50 € di spesa complessiva..non di più!
    Tutti gli altri elettrodomestici sono Rex e fino ad ora ho cambiato solo la lavastoviglie l’anno scorso sempre con un altra Rex.
    Bello il racconto dell’imperfezione e la metafora dello scoglio , bello il mare!
    L’uomo è imperfetto..quando abbiamo accettato questa realtà viviamo bene ..poi dicono che la perfezione sia pure noiosetta.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi state convincendo, cambio tutto in Rex :DDD... Ma sai che credo che pure alla mia si sia rotto il cestello/cestino? :O solo che il tecnico preparatissimo della Whirlpool lo chiama "vasca"... mica paglia, roba seria! :DDD
      Voto imperfezione da una vita anche io! ^_^ ed il mio sogno è tornare a vivere accanto ad uno scoglio *_*...
      Un saluto, Max

      Elimina
  15. Oserei dire la meraviglia e la perfezione di un momento imperfetto che magari ci sorprende e ci stupisce. Bella l'immagine dello scoglio e della sua magia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu, Daniele, sei un poeta sempre, persino nella musicalità dei commenti che lasci *_* io adoro.
      Un abbraccio!

      Elimina
  16. Non hai fatto cattiva pubblicità a un marchio, ma alla gestione delle pratiche che riguardano questo marchio: problemi loro.
    Comunque, è vero che nelle cose imperfette si nascondono le belle cose. Ma l'imperfezione stessa è bella, altrimenti quel signore non avrebbe perso tanto tempo con gli scogli (e tu con gli scogli...onamenti XD)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhahahahahahhahaha... io ti adoro!! Ma già lo sai.
      Ho deciso che inizio la guerra aperta sui social al marchio ihihihihih... se tanto devo stare senza lavatrice almeno me diverto @_@
      Un bacio Miki

      Elimina