mercoledì 27 marzo 2019

Tocca prenderla con... filosofia [4] - Il mio Salumiere è un Filosofo


Il mio Salumiere è un Filosofo


Questo mese lasciamo a casa i nomi importanti, i pezzi grossi, i boss della filosofia.

Per la serie, ciascuno possiede le proprie risorse filosofiche pratiche e senza troppe pretese, anche il mio Salumiere è un Filosofo.

Te ne accorgi subito, lo inquadri dal baffo casereccio eppure sapiente.

Tra una pacca al prosciutto, e una carezza alla lonza, lui ti affetta verità genuine, fresche di giornata.

“Signora, la vuole la sarsiccia?... Se la sarsiccia non vuole, o le fa male un dente o ha una spina nel cuore”.

E ride, con quella sua grassa e succulenta risata, e la manona aperta a lenzuolo sul grembiulone lindo: a mo’ di garanzia.

“Senta, Signor Salumiere, potrebbe levarmi la prima fetta dal cotto? E' così scura, non sembra buona, mi faccia la cortesia, lei che è così premuroso…”

“Ma certo, Signora Adorata Cliente, è come nella vita, a volte levi la prima fetta e dietro ti attende una splendida vetta…”.

Poi tocca ad una Arzilla Signora di mezza età, che tiene una Smilza Vecchina sotto braccio, e la scuote e la rimbecca di continuo.

"No mamma, basta, taci, che vuoi saperne tu di come si fa la spesa!", barrisce l' Arzilla Signora sulla china testa di neve della Smilza Vecchina.

“Oh, bene”, chioccia l'Arzilla Signora, “tocca a noi...”. 

Ed è tutta contenta, protagonista del suo momento. 

“Mi faccia un etto di milano e due di dolce… Che sa, mio figlio è un disgraziato, se non lo accontento mi butta la roba in faccia, non mangia più… Questi ragazzi di oggi, strafottenti, ingrati…”.

Il baffo del Salumiere freme, lo si nota da dieci palmi di naso che freme; sembra una molla pronta a scattare, un’animata trappola per topi che canta la melodia delle sirene di Ulisse al cospetto di un roditore.

“Eh, ha proprio ragione, mia Arzilla Signora, i figli a volte sono spietati, giudici incorruttibili, pretenziosi di diritti e dispensatori di poco rispetto…”

“Ma venga, Arzilla Signora, venga, si avvicini…”, si sporge dal banco, con la stessa imponenza con la quale si sporgerebbe un re dal trono. Si schiarisce il vocione: “Conosco una storia… Ascolti, ascolti, è proprio una bella storia…”.

L' Arzilla Signora fa cenno col capo; con gli occhi rossi da raganella spaventata, sta impalata sotto al trono e ascolta.

“C’era una volta un Figlio. Era un Figlio discretamente felice, perché era diventato grande, aveva una bella casa, un bel lavoro e pure una bella Moglie che era in attesa di un figlio suo. L’unico peso era un Padre malandato, che aveva accolto tra le sue mura ma che oramai era diventato di impiccio per tutti… 

Un giorno la Moglie disse al Figlio che doveva sbarazzarsi di quel Padre, che con l’arrivo del bambino avrebbero avuto bisogno di spazio e che dunque era il caso di non badare ai sentimentalismi e di sistemare il vecchio altrove.

Il Figlio, né troppo convinto, né troppo rattristato, si prese il Padre sulle spalle e decise di portarlo al di là del bosco, in una piccola capanna dove il Padre sarebbe in qualche modo potuto sopravvivere. 
Lungo la strada, tuttavia, si accorse che il Padre pesava e che non ce l’avrebbe mai fatta a raggiungere la meta; allora si fermò e posò Il Padre su una pietra.

«Papà, pesi troppo», gli disse, «ti appoggio qui e poi torno a prenderti… ».

Il Padre lo guardò con gli occhi annacquati, poi chinò la testa di neve. «No Figlio», disse piano, «non lasciarmi qui, questa è la pietra dove io ho lasciato mio Padre…».

Il Figlio, scosso da quelle parole, si riprese il Padre sulle spalle e lo riportò a casa, e da quel giorno lo trattò sempre come in cuor suo desiderava che suo figlio trattasse lui da vecchio.”

L'Arzilla Signora ha la bocca aperta di papera impallinata; paga l’etto di milano e i due di dolce e quasi fugge via con la Smilza Vecchina, che sghignazza felice alle sue spalle.

Io sorrido tra me e me; e penso che tra tutte le fortune che potevano capitarmi nella vita, non di meno è quella di aver trovato un Salumiere Filosofo.


33 commenti:

  1. Cara Irene, interessante il tuo dialogo con il macellaio, tutta sai risolvere e molto bene.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, sei un Tesoro! ^_^
      Un abbraccio ed un sorriso anche a te <3

      Elimina
  2. Il racconto del salumiere..mi ha lasciato senza parole.
    E' davvero un gran bel personaggio.
    Anche io avrei da scrivere e raccontare di strani personaggi, ma mai forti come i tuoi..e non riuscirei mai a usare le parole così bene, come fai tu.
    Il consiglio comunque di aprire un sito di racconti pornosoft è sempre valido XD
    Purché il macellaio non diventi quello di un terribile film italiano..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace "fotografare" a parole le persone che mi colpiscono, che mi lasciano qualcosa di speciale ^_^. Ne ho tantissimi di racconti simili, raccolti in tutta una vita. Certo, io poi li romanzo, è veramente come se scattassi una fotografia che successivamente rielaboro in studio per renderla un frammento d'arte. Però posso tranquillamente affermare che osservare il mondo e coglierne dettagli e sfumature sia il mio passatempo preferito. Quel giorno lì, rimasi a mia volta colpita da quella specie di parabola del figlio e del padre, e mi piacque il perché e la maniera in cui il titolare del negozio la raccontò; decisi che non poteva andare persa ^_^

      ahahahahahahahahahha... me lo ricordo il film! :D Ma sai che credo d'aver letto pure il libro, possibile?... In una collana dedicata che veniva fuori con un settimanale di qualcosa.

      Elimina
  3. Ma tutti tu li trovi i personaggi? Non bastava la signora nella sala d'attesa del medico?
    Comunque questa storia del figlio mi ha messo tristezza.
    La vita va proprio così ed io spero di non essere mai abbandonata su una pietra, così come conto di non fare mai con mia madre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahhaahha... dai, ne becco uno ogni tanto :P Il Salumiere risale a parecchio tempo fa. Ci tenevo a farlo rientrare in questo piccolo filone di micro-filosofia-scherzosa che sto creando ^_^... Serviva anche a me, in questo periodo, rileggere quella storia.

      Noi siamo brave figlie, e anche bravi madri. Non accadrà mai.

      Elimina
  4. Bravo il tuo salumiere, brava tu a coglierne la profondità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che adoro scrivere di questi personaggi ^_^... Che poi, il Salumiere in questione, e lo so che sembro averci la calamita!, ha origini sempre sicule, e in quell'occasione mi disse che la storia del figlio e del padre gliel'aveva raccontata la madre: io mai sentita prima. Tu?

      Elimina
  5. Un personaggio da inserire in un romanzo, non c’è dubbio. Il racconto del padre e del figlio fa riflettere e molto. Brava Irene. Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moltissimo. Solo che spesso non è facile riportarlo nella vita reale...
      Grazie, Sinforosa ^_^

      Elimina
  6. La storia di oggi la conoscevo. Non l'avevi già raccontata sul vecchio blog?
    Certo la memoria comincia a far cilecca vista l'età...
    Anche il mio salumiere è un filosofo, disquisiamo di tutto soprattutto di prosciutto. Lui ritiene che il migliore sia il Marco D'oggiono, io il San Daniele.
    Ah che bello, altro che politica!
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii, ricordi bene ^_^ se ti è rimasta vuol dire che ti era piaciuta *_*.
      In un'ottica di riordino dentro filoni e rubriche specifiche, sto riportando alcune cose del diario che più mi hanno emozionato e coinvolto. In realtà per questa puntata avevo programmato Seneca, ma da dieci giorni sono sommersa da questioni inaspettate e non ho avuto un istante per gli approfondimenti. Dunque, già che tra i filosofi famosi ho intenzione di parlare di "filosofi" di vita che conosco personalmente, ho anticipato il Salumiere ^_^
      Prossima cosa che devo estrapolare dal vecchio blog per promessa fatta è senza'altro la recensione di Joshua, da inserire nella rubrica de "l'autore del blog accanto". Sono felice, perché tutto sommato l'apertura di questo nuovo blog è stata un pò una sfida con me stessa, e sto riuscendo in qualche modo ad allenarmi all'ordine ed alla costanza: robe per me da sempre inattuabili se non a sforzo per questioni lavorative.
      Un grande grande abbraccio Mariella <3

      Elimina
    2. p.s. Voto San Daniele ;)

      Elimina
  7. Momenti di sincera bellezza..
    Maurizio

    RispondiElimina
  8. Che succede dopo il finale di una storia? Che fa l'Arzilla signora una volta tornata a casa? Guarda la madre con dispetto e la tratta ancora peggio di come fa o ha imparato la lezione impartita dall'impareggiabile Salumiere?
    Dev'essere piacevole fare la spesa da chi sa offrire, con la merce, altri aspetti della sua persona.
    Sai scrivere bene, Irene. Ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Sari!^_^ In cuor mio, confido che l'Arzillona abbia cambiato atteggiamento e afferrato il senso e la sonata. In ogni caso, ho sempre creduto che nella vita tutto torni e che non fare agli altri ciò che non vorremmo fosse fatto a noi stessi è di certo la prima regola di buon spirito che fa di una persona una buona persona.

      Un abbraccio :*

      Elimina
  9. I bottegai di una volta, che personaggi!
    Buona giornata, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno esiste ancora ^_^
      Un abbraccio, Verbena :*

      Elimina
  10. Mi hai fatto sorridere. Anche il mio macellaio ha i baffetti intenditori, non è filoso ma ne capisce di ciccia come nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovare un macellaio competente è cosa buona e giusta. Una bella bistecca di qualità con le patate al forno ben cotte può risollevarti la giornata :))...
      Un abbraccio

      Elimina
  11. Una persona davvero speciale ed una storia significativa che dimostra la sensibilità di questo macellaio che ha colto subito il rapporto non bellissimo tra la signora e l'arzilla vecchietta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia pare sia una di quei racconti tradizionali che girano verbalmente di generazione in generazione, da famiglia a famiglia; pare anche provenga dal sud, ma io, in tutta verità, non l'avevo mai sentita prima.
      Però, significativa: assolutamente! ^_^

      Elimina
  12. Ma sono disposta a venire a fare la spesa da te se mi incontro 'sto salumiere! E' una fortuna, davvero. Bacione a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carla se tu vieni a fare la spesa da ME... TU come minimo non te ne vai per tre giorni almeno: il tempo di darmi qualche lezione dal vivo, che io le tue ricette le seguo con tanto AMORE, ma poi quando mi cimento le disastro... buuuuuuu :DDDDDD

      Elimina
  13. Ahaha MITICO.
    Amo questa gente, filosofi urbani che danno un tocco di umanità al lavoro di ogni giorno, anche per i propri clienti.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi mettere?... ^_^
      Gente genuina, che può anche farti svoltare la giornata e levarti momentaneamente qualche rodimento.

      Elimina
  14. Bel racconto , complimenti . Il mio salumiere è di mezza età , sposato e con
    figlio. Un bell'uomo e scherzosamente corteggia le clienti , giovani o
    anziane che siano .
    Anche a me da bambina avevano raccontato una storiella del genere "Bimbo ,
    padre e nonno " , non la ricordo bene ma , aveva lo stesso significato .
    Trattare bene i nonni perchè poi si diventerà nonni . (Almeno spero ).
    Buona notte . *** Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E speriamo di diventarlo, Laura ^_^ Dei bravi e saggi nonni che avranno rispettato e saranno rispettati con amore a loro volta.
      Un abbraccio! :*

      Elimina
  15. Bello, Irene, questo spaccato di quotidianità con morale al seguito. Certe volte, basta "fotografare", come dici tu, la realtà che ci circonda per raccontare la vita.
    Sei fortunata, tu, col tuo salumiere saggio, il mio, al supermercato, dà della "gioia/cara/tesoro/amore" a chiunque, che sembra tanto carino e garbato e poi si dimentica di mettere i guanti quando prende gli affettati e tra un'ordinazione e l'altra si strofina bellamente le mani nel grembiule bianco...ocra! O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahhah... Mari, ma se tu vai al supermercato! :P... Ora ti faccio io una ricerca per individuare una bella bottega dalle parti tue: poi andiamo a sondare insieme ^_^

      Elimina
  16. ISTITUZIONE DI MICROCREDITI (economie.finance92@gmail.com).

    E-mail: economie.finance92@gmail.com
    Sono partner di molte banche e ho molto capitale nelle sue banche. Hai bisogno di prestiti tra privati ??per affrontare difficoltà finanziarie e, infine, per uscire dalla situazione di stallo creata dalle banche, con il rifiuto dei tuoi file di domanda di credito, siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di aiutarti a raggiungere l'importo di cui hai bisogno e in condizioni che ti semplificheranno la vita.
    Concediamo prestiti che vanno da 1 mese a 30 anni e diamo tra 2 000 e 10 000 000 €.
    Il nostro tasso di interesse è del 2% all'anno, ecco le aree in cui possiamo aiutarti:
    * Finanziario
    * Prestito ipotecario
    * Prestito di investimento
    * Prestito auto
    * Debito di consolidamento
    * Rimborso del credito
    * Prestito personale
    * Sei registrato
    * Le banche vietano e tu non hai il favore delle banche o piuttosto hai un progetto e devi **** per contattarmi e io ti aiuterò.
    E-mail: economie.finance92@gmail.com

    RispondiElimina
  17. ISTITUZIONE DI MICROCREDITI (economie.finance92@gmail.com).

    E-mail: economie.finance92@gmail.com
    Sono partner di molte banche e ho molto capitale nelle sue banche. Hai bisogno di prestiti tra privati ??per affrontare difficoltà finanziarie e, infine, per uscire dalla situazione di stallo creata dalle banche, con il rifiuto dei tuoi file di domanda di credito, siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di aiutarti a raggiungere l'importo di cui hai bisogno e in condizioni che ti semplificheranno la vita.
    Concediamo prestiti che vanno da 1 mese a 30 anni e diamo tra 2 000 e 10 000 000 €.
    Il nostro tasso di interesse è del 2% all'anno, ecco le aree in cui possiamo aiutarti:
    * Finanziario
    * Prestito ipotecario
    * Prestito di investimento
    * Prestito auto
    * Debito di consolidamento
    * Rimborso del credito
    * Prestito personale
    * Sei registrato
    * Le banche vietano e tu non hai il favore delle banche o piuttosto hai un progetto e devi **** per contattarmi e io ti aiuterò.
    E-mail: economie.finance92@gmail.com

    RispondiElimina