mercoledì 20 febbraio 2019

QUANDO L'EROS VIENE WHATS... TANATO

#cosestupidemanontroppo(dal web)


Da qualche settimana sta facendo il giro dell'Italia l'audio hot che una ragazza catanese avrebbe inviato al proprio fidanzato. Nel vocale, la ragazza elenca, con una certa sicula passionalità e con dovizia di particolari, tutto ciò che avrebbe voluto fare con il proprio compagno non appena si fossero ritrovati nella loro sfera intima.

Peccato che, al momento dell'invio su watsapp, la sciagurata ignorasse di essersi innamorata di un autentico idiota. Come altro definire un tizio che manda in giro la voce della propria donna con simili stimolanti confessioni?

Fatto sta che l'audio è diventato virale. E' stato persino mandato in onda su una radio nazionale e adesso circola mixato da musiche pop, rap e melodiche. Per non parlare dei tormentoni e degli slogan a suon di M PA PA PA  e A SINTILLI di cui gli italianetti non hanno perso tempo ad appropriarsi.

Non solo, dopo il primo, pare siano continuati a pervenire ed hanno continuato a circolare altri audio della stessa ragazza, alcuni sullo stesso stampo, altri addirittura di sfogo ad alcune amiche per l'incubo in cui è finita.

Ammesso che ci sarebbe da discutere sull'uso improprio che si fa oggigiorno dei mezzi di comunicazione e che comunque ciascuno è libero di farne l'uso che preferisce fin quando non lede la libertà o i diritti altrui, ciò che è stato compiuto ai danni di questa donna è un vero e proprio reato e voglio augurarmi che lei provveda a far pagare a caro prezzo l'enorme danno che le è stato inflitto, e ancor di più, da persone di cui si fidava.

In riferimento allo specifico del contenuto, una fetta massiccia di squallidi omuncoli porno-dipendenti e finti perbenisti ha ovviamente levato il dito adducendo alla ragazza come una poco di buono o la moglie che nessuno vorrebbe mai. Nient'altro che un fiume di ipocrisia. Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, non si è lasciato andare alle proprie pulsioni sessuali - fossero anche verbali - e per lo più con il proprio partner. 

Mi piace concludere riportando per intero la lettera che lo scrittore Ottavio Cappellani ha voluto dedicare alla ragazza sul quotidiano on line La Sicilia:


 "Cara ragazza protagonista del file audio "pa pa pa". Sono uno scrittore. E voglio dirti che ho ascoltato il tuo audio con ammirazione. Il mondo è pieno di coglioni, ma il tuo uso della lingua e della metrica è favoloso e micidiale allo stesso tempo. 
 Sai che abbiamo avuto qui a Catania un grandissimo poeta di nome Micio Tempio? Cercalo su internet. 
 Sai, la nostra lingua, il siciliano, il civitoto in particolare, il linguaggio usato da un altro grande del nostro teatro, Nino Martoglio, è una lingua antica, una lingua dell'anima, una lingua "metrica". Hai presente il rap, il trap? Non hanno inventato nulla... una volta, qui, nella costa orientale siciliana, si parlava così, in metrica. E che il tuo audio si sia prestato ai "remix" ne è la prova. Il tuo non è un semplice audio, è un vero e proprio canto dell'anima, della passione, della terra, della verità ahimé sempre nascosta dall'ipocrisia perbenista. Sei una grande, cara. Sono uno scrittore, di quelli bravi, e te lo dico io.

Un abbraccio e futtitinni!"

Aggiungerei, futtitinni e d'ora in poi scegli bene fidanzati ed amiche.


Altre #cosestupidemanontroppo(dal web)

-Cosa ha detto Harry a Meghan?

25 commenti:

  1. Ovviamente sono arrivati anche a me, con ogni canzone possibile (da another one bites the dust alla classica).
    Si diventa virali anche per questo, eh. Per essersi fidati di qualcuno.
    lei forse non è manco così "normale", o almeno ho avuto questa impressione, ma lui sicuramente non lo è: al di là dell'etica travolta, non so come possa sperare di farla franca dopo aver diffuso cose private.
    Anche io spero in una denuncia e risarcimento, pa pa pa.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho ascoltati anche io alcuni, per mano di amici. Certo, lei è, come dire, alquanto disinibita... :P Ma lui, lui è veramente no-comment: ha mandato in giro audio, foto, video, non credo la passerà liscia. Hai voglia a risarcimenti, pa pa pa... :D

      Elimina
    2. Lo spero davvero... :)

      Moz-

      Elimina
  2. Futtutinni e la migliore terapia
    Sempre
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SEMPRE, finché c'è vita e salute per risolvere...

      Elimina
  3. Grande Cappellani e solidarietà a questa ragazza

    RispondiElimina
  4. Adesso sa di che pasta è fatto quel suo sciagurato ragazzo... vai a fidarti, robe da matti.
    Solidarietà alla ragazza e prudenza, sempre.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tocca stare attenti. Come in tutte le cose, la tecnologia più che mai hai suoi pro e i suoi tanti contro, sopratutto legati alla pravacy.
      Un abbraccio, Sinforosa 😘

      Elimina
  5. Per fortuna non so di cosa parli, ma giungo a due conclusioni:
    1. Questo ragazzo ha fortemente bisogno di quattro ceffoni ben assestati e di una denuncia.
    2. Come nel caso delle foto hard scambiate tra ragazzi (di cui ho parlato mesi fa), anche qui bisognerebbe soltanto imparare a non fidarsi di NESSUNO.
    Intanto spero che la ragazza impari a fottersene davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo andare a rispulciare il tuo articolo...
      MAI FIDARSI! Che la pazzia è sempre dietro l’angolo, anche riferito a chi pensiamo di conoscere.
      Certo, la donzella ci è andata giù molto colorita 😅 ma suppongo non immaginasse di finire nelle orecchie di tutti -

      Elimina
  6. Me ne sto lontana da questo mondo di porno-dipendenti, francamente non ha mai suscitato il mio interesse né la mia curiosità. Lo conosco di rimando, perché nelle nostre lezioni ai ragazzi sul fare attenzione al cyberbullismo c'è anche questo pericolo di vedere le alunne esporsi a giochetti molto pericolosi. Diciamo che alle medie sono ancora abbastanza (e dico abbastanza) innocenti, ma alcuni sono particolarmente svegli e assai pratici di questo mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai nostri bei tempi i genitori dovevano pensare a proteggerci dalle cattive compagnie, oggi i nostri figli dobbiamo pensare a proteggerli anche dall’uso sconsiderato di determinati strumenti 😩... Sfiancante, direi. Già che la scuola si stia mano a mano attrezzando in questo senso è una gran cosa 😘

      Elimina
  7. Cara Irene, come posso dire senza emozionarmi, che questa ragazza è bravissima.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso, mi sa che l’audio è arrivato pure a te 😂😂😂in effetti la ragazza per quel che le concerne è brava assai... Bacio!

      Elimina
  8. In momenti come questo sono contenta di non essere mai troppo "sul pezzo" quando si parla di notizie di questo tipo, ovvero: me le perdo tutte. Questa vicenda mi lascia senza parole. Più che altro mi lascia sempre sgomenta la realtà in cui viviamo. Ora, non dico che bisogna tornare ai tabù del Medioevo, per carità, ma neanche a cose indecenti del genere. L'indecenza non sta nel contenuto della nota vocale, sia chiaro, ma nella facilità con cui il tizio e le tizie in questione (perché non si possono chiamare con altri nomi) hanno tranquillamente "sputtanato" (passami il termine) una persona alla quale avevano fatto credere, in un modo o nell'altro, di provare affetto nei suoi confronti. Ecco, trovo tutto questo disarmante e deprimente. Meno male che Cappellani ha salvato, seppur in parte, la situazione.

    Ps. Ti ringrazio anche qui per l'iscrizione al canale del blog!
    Un abbraccio carissima! 💛

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il "termine" ci sta tutto, cara Diana ehehehehe... pensa che in un primo momento avevo intitolato il post: quando l'eros viene spu...tanato ^_*
      Di certo l'intera vicenda ci insegna a stare bene in guardia, e magari a preservare un pò di più la nostra sfera privata. Fosse anche riprendere la sana abitudine di farle di persona certe dichiarazioni, o magari gli sfoghi su una determinata questione o persona. Tra tutti i social e gli attrezzi vari, oggi almeno il 60% dei rapporti sentimentali o meno si sfascia causa sputtanamenti vari.

      Elimina
  9. Ma non ho veramente parole! Speriamo davvero che passi dei guai questo gran testa di cà!

    RispondiElimina
  10. E comunque, rimuginando, fa vergogna anche alla radio che l'ha diffuso... Invece di avere la decenza e l'intelligenza di smorzare la questione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo zoo di 105. Anche io me lo sono detta. Poi non seguendo la trasmissione non ho idea di come abbiano impostato la cosa. Certo, è vergognoso!

      Elimina
  11. Non conoscevo questa orribile storia, però mi sembra che ci sia una diffusa stupidità/ingenuità, ma anche malizia di bassa lega, perché se da una parte c'è lo squallore di un ragazzo che per qualche like spettacolarizza una cosa così intima, dall'altra c'è una ragazzetta senza pudore, che non è che dia proprio l'impressione di essere una madonnina immacolata: chi gioca col fuoco, sa che può bruciarsi. (però non ho sentito né visto nulla, eh: lo dico così, per come ho capito la faccenda.)
    Invece, Ottavio Cappellani è stato un grande, è grande lui come scrittore (ho letto sicilian tragedy ed è spettacolare) e ha fatto bene a scrivere quella lettera: comunque il gestaccio del ragazzo è deprecabile e la ragazza va comunque tutelata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, se avessi sentito o visto avresti detto peggio, fidati eheheheh... In effetti la ragazza in questione non è il massimo del pudore, e probabilmente, per frequentare determinati elementi, la sua formazione personale non è delle più alte - niru cu niru non tingi. Tuttavia, credo sia rimasta incastrata nel gioco che ha creato: speriamo almeno serva da lezione a lei stessa e a tutti coloro che stanno seguendo la sua storia.
      E' invece interessante l'uso che fa della lingua sicula: se quelle stesse cose le avesse dette una milanese, probabilmente non avrebbe sortito lo stesso effetto :D

      Elimina
  12. Non sapevo di questa vicenda e ovviamente non ho mai sentito l'audio; l'ho fatto ora, c'è una versione su youtube sulla base di Another one bites the dust e francamente mi ha lasciato perplesso. Nel senso che non mi ha fatto proprio ridere.
    Ora: il responsabile della diffusione dell'audio ne risponderà in sede civile e penale; la radio che ha trasmesso questo audio mi ha lasciato veramente perplesso (ma non mi stupisce, visto che si tratta di quella radio).
    Sull'italiano finto perbenista: ovvio!
    Siamo il popolo che si scandalizza per un nudo. perché lo ritiene offensivo e poi va a spiare dal buco della serratura. Non è questione solo di cattolicesimo, anzi.
    Negli anni '80-'90 eravamo migliori sotto questo profilo: meno tabu'. Ci stavamo evolvendo.
    Nel 2020 fa scalpore la parola "ditalino"?
    Mah.
    Nel privato comunque anche io sono spesso sbocacciato :D. Dipende ovviamente dal luogo e dalle persone con cui mi trovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi non è sbocacciato in privato? Almeno nella sfera che ci appartiene ci lasciassero essere liberi e sboccacciatamente felici :P
      Certo, devo ammetterlo, io via audio non mi sognerei mai di mandare simili dettagliate descrizioni al mio partner - così come aborro le foto e fotine via messaggio -: magari gli farei un'improvvisata, che ne so, in ufficio, e gliele sussurrerei ad un orecchio queste cose... Ciò non toglie che la privacy rimane tale e che un reato a riguardo è pur sempre un reato e chi ne è colpevole va perseguito e punito.

      Comunque, sì, Riccardo, la parola "ditalino" fa ancora scalpore nel 2020; se, poniamo, la pronuncio io in pubblico, per tornare al discorso del Topolino-da-adulto-che-fa-immaturo, stai certo che finisco in una categoria ben precisa a mia volta -_-

      Elimina