mercoledì 30 gennaio 2019

INSIEME RACCONTIAMO 41 - by Myrtilla's House


Ogni tanto riesco Felicemente a riacchiappare in tempo l'appuntamento mensile della mia amica Patricia: Insieme Raccontiamo

Siamo alla puntata numero 41. Se c'è un pregio che va riconosciuto a Pat - oltre naturalmente al suo essere immensamente umana, accogliente, affettuosa, giocosa e dotata di un fortissimo senso dell'humor - è di certo la Costanza, pregio che fa del suo blog uno dei porti sicuri in cui rifugiarsi nel mare della blogsfera.

Ma veniamo all'Incipit

Edizione n.41

L'Incipit di Patricia

IL BAULE

Avevano comperato la loro casetta. C’erano voluti anni e sacrifici ma ce l’avevano fatta. Non era una reggia però a loro era piaciuta subito. Immersa nel verde ma non lontano dalla città. Soprattutto indipendente su tutti e quattro i lati. Intorno un bel giardino ricco di fiori e piante rigogliose. Una in particolare. Una betulla argentea. Doveva essere vecchissima tanto era alta.

I venditori avevano lasciato la casa arredata. Non che i mobili fossero antichi o stupendi però qualcuno di buona fattura nel mezzo c’era. Una bella ripulita, una carteggiata e una mano di vernice e li avrebbero recuperati. I mobili non bastano mai. Specialmente quelle cassettiere.

Gli altri invece erano già ammuchiati in cortile pronti per la discarica. Prima però di chiamare gli addetti del comune avevano deciso di dare uno sguardo anche in soffitta.

Altri mobili, scaffali, scatoloni… in un angolo anche un vecchio baule. Non sapendo da che parte iniziare, la ragazza si inginocchiò proprio di fronte ad esso. Era chiuso a chiave ma le cerniere erano vecchie e con un leggero colpo di cacciavite saltarono. Una volta aperto….



Il mio finale


Una nube inconsistente le si materializzò davanti. Tossì per pochi istanti fin quando non riuscì a definire di cose si trattasse. Un omone iridescente, grande, grosso e dal vocione roboante le smuoveva dal nulla la polvere sotto al naso. 

- Oh, finalmente… – tuonò gonfiandosi in tutta la sua figura eterea. – Era ora che qualcuno venisse ad aprirmi… 

- E tu, chi sei? – chiese. 

- Non mi hai riconosciuto? 

- No… 

- Sono il genio del baule! 

- Ma non era della lampada? 

Il genio diede un colpo di coda e si fece più alto. – Come sei antica! Ho fatto tutti i corsi di aggiornamento. Sono un genio tecnologico, progredito, ammodernato… 

- Mmmh… e quindi? 

- Sveglia bimba! Quindi, puoi chiedermi di esaudire tre tuoi desideri… 

- Uh che bello, veramente? 

- No, per finta, sto qui a pettinare le bambole… 

- Com’è aggressiv, signor Genio… 

- Lassame perdere, guarda… Non puoi capire quanto è stressante rimanere imbottigliato dentro a un baule per anni, è quasi come rimanere incastrati tra due incidenti sul raccordo…

- … 

- ‘Namose a capì, dolcezza, per i tre desideri me devi dà il tuo numero de cellulare. Io adesso ti invierò un messaggio su uozzapp, tu dovrai girare quel messaggio a venti tuoi contatti e cinque gruppi, in contemporanea devi pubblicare un post su feisbuc in cui dici per finta che sei alle Azzorre e taggare trenta persone ignare, programmare dieci twitter con tema i cazzari e creare tre diversi profili instagram… Mi segui? 

- Veramente no… Perché devo fare tutte queste cose? 

- Ma come perché? Perché se non lo fai, dopo sette giorni invece dei tre desideri ti vedrai arrivare tre disgrazie… So’ cambiate le cose, ah bella… 

La ragazza si sentì svenire. Non poteva essere vero, non poteva succedere anche tra le mura sicure ed indipendenti della sua nuova casa. 

Si precipitò giù per le scale fin quando non riconobbe il volto del marito che le veniva incontro. 

- Corri – urlò – in soffitta c’è uno dei nostri parenti o dei nostri amici travestito da buffone! Corri, salviamoci finché siamo in tempo…

23 commenti:

  1. Cara Irene, vedo che anche tu fai parte di quella bella e organizzata compagnia.
    Devo veramente farti i miei complimenti per tutto quello che state facendo.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, grazie! I veri complimenti tocca farli a Patricia *_*
      Un abbraccio grande grande

      Elimina
  2. No vabbè, muoio dal ridere.
    Il genio del baule che costringe la malcapitata a destreggiarsi tra ottanta catene di Sant'Antonio è peggio di Equitalia che ti suona alla porta per una multa di sette euro non pagata diciannove anni prima. Ahahaah
    Ma c'è una votazione da qualche parte?
    Perchè io ti do dieci più. Anzi, facciamo quattordici e non se ne parla più!
    <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah... la prossima volta ne scrivo uno si Equitalia, anche lì mica nacchere, so peggio degli strozzini XDDD...
      Non c'è votazione, Pat ci prende tutti per come siamo :P... ma il tuo 14 me lo prendo teorico e felice lo stesso ^_*...

      Elimina
  3. Ireneeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!
    Menomale che ci sei tu a strapparmi una risata! SEi immensaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
    BAcio!

    Grazie per il finale e grazieeeeeee per i complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti legge mio marito, Pat lo so come finisce: se, se, un'immensa rottura de... uahauhauahauahauh...
      Grazie a Te, che riesci sempre a radunarci in tanti e in allegria! :*

      Elimina
  4. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH...
    sei tu un genio: il genio di Insieme raccontiamo!
    STRE-PI-TO-SO!
    Applausiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, mi inchino, come alla recita della scuola... ^_^
      Come dicono dalle nostre parti acquisite: famosele due risate :P

      Elimina
  5. Un saggio di comicità brillante! Divertente. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto, riguardo alle mie peggiori fobie, mi piace buttarla a ridere, Luz ^_^... Felice d'aver fatto sorridere anche voi :*

      Elimina
  6. Risposte
    1. No, no, è proprio l'epoca in cui viviamo che ha dell'incredibile :P...
      Un bacione, Dolcezze :*

      Elimina
  7. Brava Irene, adoro come scrivi. Un bacio

    RispondiElimina
  8. A calci nel sedere lo prenderei! Bravissima Irene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😂😂😂😂😂😂approvo!!
      Thanks, Mariella ❤️

      Elimina
  9. Ho letto il tuo finale e mi hai sorpreso...impresa difficile credi a me.
    Il tuo genio ha fatto i corsi serali per essere all'altezza di certi rompicoglioni dei nostri tempi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma in bene o in male ti ho sorpreso? 😅😅😅
      Il mio genio somiglia a tanti rompicoglioni di mia conoscenza... 😆😆
      Devo ancora leggere il riepilogo di Pat, chissà se tu hai partecipato... Devo trovare un’oretta e dedicarmici... 😘

      Elimina
  10. Salve
    Siamo un gruppo finanziario privato. Siamo italiani, concediamo il prestito da 2.000 € a 200.000 € al massimo , se siete un libero professionista, uno studente universitario,una casalinga o un disoccupato, potete ottenere un prestito veloce per risolvere le vostre difficoltà finanziarie.È affidabile e sicuro.
    Contattaci via e-mail per maggiori informazioni: ambrosinigisele@gmail.com

    RispondiElimina