lunedì 12 novembre 2018

Blogger che vanno e non tornano

Io finirò nel girone degli Incostanti. Tra le altre cose, per l'esistenza precaria a cui sottopongo il mio blog.

 Basta dare un'occhiata alle mie date di pubblicazione: vado, vengo, rivado, torno, mi fermo, svanisco. Tra un incasinamento e l'altro di vita provo ad esserci. 

Ci sono anche i periodi in cui non mi sbuca fuori niente da dire e vengo invece risucchiata nei  vortici scritturiali in zona intima: perché scrivere il blog è un conto, scriverescriverescrivere per me e per me soltanto assume un'altra valenza.  

Scrivere rimane pur sempre un punto fermo

Nelle ultime settimane di assenza ho vagato timida lontano dal blog ma intorno ad una Nostalgia. Una Nostalgia ben precisa, a cui inizialmente non sono riuscita a dare una forma ma che successivamente si è raggrumata in un raccordo di emozioni e sensazioni che mi hanno ricondotto a non troppo tempo fa: il tempo in cui, altrettanto timidamente, ho fatto il mio ingresso nel mondo fatato dei blog.

Cinque anni. Cosa sono cinque anni? Appena mezzo decennio, nient'altro che un lustro. Eppure in cinque anni può cambiare il mondo. E possono sparire buona parte dei blogger che tanto amorevolmente seguivi.

Dove sono i blogger dei miei primi anni e non solo? Dove siete, voi che avete rappresentato un faro, che siete stati le mie letture preferite, che avete assunto il significato dell'inizio e del proseguo di un'avventura straordinaria? Dove siete, che vi ho perso per strada mano a mano che il tempo è andato?

Mi ricordo di Massimiliano Marigliani e de L'Uomo dei difetti, quanta classe nei suoi scritti, quanti spunti, quanti confronti, lì, intorno al suo desco di riflessioni e stralci di narrativa la cui impronta è rimasta inconfondibile nella memoria e nel sentire.


E la Stanza quasi rosa di Maira D'Agnano? Quante risate, quanti sogni, quante ricette, quanto dritte creative. Maira, una ragazza straordinaria rimasta tra le mie amicizie ma che ha chiuso la porta della mia stanza preferita.

Il PINKG di Fabiola Di Girolamo, una delle storiche Comari, una delle primissime bloggher che prese a leggere i miei stralci di racconti e mi incoraggiò a proseguire.
Dal blog PINKG


Francesca, la fenice che scriveva di notte, la quale ci ha salutato per un nuovo progetto e che mi manca tantissimo, per la sua indole sensibile, gentile ed attenta, per il suo modo di porsi nel suo spazio così curato ed accogliente, per quella sua maniera di interagire che era come una carezza ad ogni suo commento.
Dall'ultimo post del blog "Io scrivo di Notte"



Magalì, la strepitosa Sinide, così colorata e creativa, così piena di verve ed entusiasmo, così autentica in ogni sua cosa.



Anna Maria Fabbri, che ha chiuso i battenti con Se vuoi una vita da sogno dormi qualche mese fa, ma che a me risultava una goduria per le favole, per i racconti di vita e per le perle di saggezza.

Il Lupo che ha fatto una ricomparsa fugace un paio di mesi or sono ma che effettivamente non ulula più dalla sua Terra dei mannari già da un pezzo; e quando c'era il Lupo a scorrazzare per i blog il divertimento era assicurato, perché diciamocelo, un pò di sano humor e qualche divertente punzecchiata spesso mancano. 



La mia amica Serena, di Cara Malù, che di tanto in tanto passa a fare un saluto, ma Sere, oramai sei più decaparesidos  di me.



E per ultimi, ma non da meno, 

la mitica Marina Guarneri con Il Taccuino dello scrittore, un luogo dove tutti abbiamo potuto godere di meravigliose disquisizioni che vertevano sulla narrativa, la lettura, il mondo dell'editoria, le tecniche di scrittura e della proverbiale e costruttiva ospitalità della padrona di casa che ha sempre fatto perno su di una impareggiabile intelligenza e sulla voglia di arricchimento grazie all'interazione con gli altri senza mai rendere pesante alcun argomento;
Marina Guarneri


e l'insostituibile Massimiliano Riccardi, che dal suo Infinitesimale si è sempre affacciato in tutta la sua autenticità di scrittore ma anche e sopratutto di uomo, pronto a mettersi in discussione e a sorridere insieme agli altri delle svariate facezie che incombono sulla vita di ciascuno.


Ecco, potrei continuare l'elenco. Ma mi fermo volutamente qui.

Rientro dopo settimane con questo post dedicato agli amici blogger che ho citato e a tutti i blogger che per un motivo o per un altro abbandonano il loro spazio virtuale o ad un certo punto decidono di latitare per recuperare magari idee, forma, volontà, gioia, ispirazione per la loro vita o per altri progetti. 

Chi scrive o ha scritto con passione lascia sempre un traccia che prosegue oltre lo schermo, oltre qualsiasi virtualità.

Non vi è oblio per chi ha scritto con il cuore. I migliori blogger sono quelli che non si dimenticano, anche se vanno e decidono di non tornare. 

Come lasciò in bella vista qualcuno*:

*Ultimo post dal blog L'Uomo dei difetti


E voi? Avete un blogger di cui ancora attendete il ritorno?






58 commenti:

  1. Irene ❤
    Mi chiami e io rispondo, anche se non scrivo più sul blog, continuo a scrivere e a condividere.
    Grazie per quello che mi doni, grazie perché mi tieni nei ricordi e nel cuore.
    La forma cambia ma chi scrive scriverà per sempre.
    Tornerò... chissà.
    Ma lo spero anche io, mi manca quella dimensione e mi mancano le persone belle come te che ho incontrato.
    Ti abbraccio fortissimo
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, è bello risentirti. Io frequento poco i social, principalmente per una questione di tempo. Tuttavia ci tengo a rintracciarti lì dove adesso sei presente ^_^... Dammi indicazioni tramite il mezzo che preferisci. Eh sì, mi manca molto leggerti. Però ammiro chi si evolve e cerca nuove vie: l'importante è non interrompere il cammino, mai; e tu sei così ricca di stimoli e cose da porgere che sono certa andrai lontano <3
      Intanto TI ABBRACCIO <3 e grazie per essere qui :*

      Elimina
  2. Ciao Virtual Friend..io non ho mai scritto in maniera assidua, non ho mai rispettato scadenze anche se ammetto di latitare particolarmente in quest'ultimo anno. Scrivo quando sento di avere DAVVERO qualcosa da condividere ma quando passa l'attimo ispirato..puff! Non scrivo più. La danza mi tiene occupata tanto, il tempo libero lo dedico tutto alla famiglia e agli amici. Ma non è questo, o meglio non solo. Ho notato che nel passaggio del post in cui mi hai "chiamata a rapporto" non hai indicato cosa ti piace del mio blog e il perché mi leggi, hai scritto che sono una tua amica e questo ti fa pensare a me e ti fa sentire la mia mancanza delle nostre chiacchierate virtuali. E ne sono felice, neh, moltissimo. Però, ecco, forse la risposta al perché della mia latitanza è contenuta anche nel tuo "richiamo": vorrei cambiare i connotati al blog, renderlo più coinvolgente, non rispecchia più la me stessa di oggi, perlomeno non del tutto, ma, ahimè, questo richiede un impegno e un'attenzione che in questo momento sto dedicando ad altro. Perché non si tratta solo di scrivere ma anche di grafica e di creare un'immagine nuova e in questo, ahimè, non sono brava. Dimmi che ne pensi, please, e GRAZIE davvero..magari mi serviva questo per spronarmi a cambiare e a tornare attiva..Un grande bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, Amica mia... quando per l'appunto io ti chiamo Amica è proprio perché ogni volta che mi sono trovata a passare dal tuo blog è stato come andare a trovare... un'amica ^_^, una persona che conosci da tempo, che ti rispecchia per alcuni aspetti e tendenze... Non so definirlo in altro modo, ma mentre su altri blog ci vado perché magari mi interessa l'argomento o perché mi ha catturato un post, da te ci vengo propriamente per quel senso di familiarità e sorrisi che mi fa sentire bene, mi fa sentire a casa. Ci vengo perché sei Tu *_*, perché quando scrivi è come avere te direttamente in carne ed ossa *_*... E poi, sinceramente, mi è sempre piaciuta l'idea di partenza di Cara Malù, di te che scrivi a lei come fosse la parte più bella e migliore di te.
      Certo, come succede a me - ed anche per questo ci somigliamo - ti frega la costanza. Il blog puoi sempre rinnovarlo, puoi addirittura cambiarlo come ho fatto io, affinchè diventi uno spazio che ti rispecchi il più possibile, ma io quel timbro, quell'atmosfera di cui lo permei quando scrivi, no, quello non lo cambierei. Cara Malù è un posto che adoro, e per quanto mi riguarda è anche originale.
      Per la grafica si potrebbe chiedere qualche aiutino a chi se ne intende un pò di più, il bello della blogsfera è anche la collaborazione tra blogger.

      Tu pensaci, ma non abbandonare del tutto l'intento ^_^ Io ti aspetto, sempre. Un bacio graaaandeeeee :****

      Elimina
    2. Smack, sei un tesoro!! L'idea di partenza e l'atmosfera un po' sognante, come scrivessi sotto effetto di sostanze stupefacenti, ne convengo, mi piace e non voglio cambiarla. Cambierei la grafica, toglierei i sottotitoli per lasciarne solo un paio e inserirei delle foto. Chissà che un giorno non ci riesca :)

      Elimina
    3. UAHUAHAUAHAUAH... tu mi fai morire!! Come scrivessi sotto l'effetto di sostanze stupefacenti è ME-RA-VI-GLIO-SO.

      Quando vuoi, se ti serve una mano, per quel poco che ne so io, ti aiuto volentieri :**** E aggiornaci magari su come sta andando la tua avventura con la danza. Mi piacerebbe sapere... :****

      Elimina
  3. Chissà se fra altri cinque anni rientrerò nel tuo elenco. Se avrò avuto la costanza di restare, o se sarò fuggita chissà dove.
    Intanto, ti lascio un saluto. :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti auguro la costanza, e ne stai già dimostrando tanta! ^_^
      Claaaaudiaaaaaaaaaaaaaaa... POSITIVA, come sai essere tu ^_^ Se poi fai una vincita milionaria e vuoi fuggire insieme, io sono brava, simpatica, di compagnia, discreta, un pò disordinata ma cucino bene... insomma, fai un fischio! :DDDD

      A me più che la costanza manca il tempo, non riesco mai a scrivere o a leggere per quanto vorrei, è proprio pratica la questione. Ci provo a tenere duro, perché è una cosa a cui tengo... spero di non perdere mai questa fermezza

      Elimina
    2. E no, cara. In cucina me la cavo benissimo da me.
      Tu devi insegnarmi a truccarmi.
      E' lì che sono COMPLETAMENTE negata.
      Quindi se vinco otto milioni di euro, ti assumo. :P

      Elimina
    3. Affare fatto, tu mi fai la lasagna, io ti passo il fondotinta :P
      :DDDDDD...

      Elimina
  4. Più di uno: Blog belli e originali, d'altronde non c'è un blog uguale a un altro così come non ci due sono persone uguali l'una all'altra, no? Blog che hanno deciso di "chiudere i battenti" per altre scelte o blog chiusi definitivamente perché i loro autori sono morti e io l'ho saputo dopo mesi e mesi e per puro caso, e poi c'è un blog che è andato in pausa perché la sua autrice si è ammalata di una malattia serissima e io sono ancora qui ad aspettare un suo piccolo segnale. Bel post. Buon pomeriggio.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh mamma, Sinforosa, spero che l'autrice di cui parli si rimetta presto. Eh sì, il blog può anche rappresentare uno stralcio di vita ed avere una fine. Ci si evolve nel tempo, spesso le condizioni cambiano, cambiano le esigenze di esprimersi, come tu stessa rammenti può succedere qualcosa di irreparabile: è sempre comunque bello aver conosciuto e conservarne il ricordo. Tra tutte le forme di social, il blog è di certo quella che preferisco e per tutti i motivi attinenti.
      Grazie e buon pomeriggio :****

      Elimina
  5. Cinque anni sono tantissimi e comunque la tua presenza si vede, si sente.
    Alcuni dei blogger che citi li conosco e li seguivo anche io... non saprei cosa dire riguardo la chiusura di uno spazio... probabilmente è qualcosa di fisiologico, che toccherà tutti.
    Nel frattempo, godiamocela :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riesci sempre a farmi sorridere, Miki... Sarà che ormai ho il tarlo stampato in testa, lo ripeto persino a chiunque mi presenti una faccenda pesante. Che ne so, mi viene detto: Ma tu come dici andrà questo, o quest'altro, non ti senti angosciata?
      E li parto che voglio fare un discorso pomposo da adulta, ma poi mi scatta la mikimozite e me ne esco: ma sì, ma sai che ti dico... NEL DUBBIO, DIVERTIAMOCI=NEL FRATTEMPO, GODIAMOCELA ;P...

      Un bacio!!

      Elimina
  6. Meravigliosa Irene, sto facendo una pausa caffè e leggo, con sorpresa e immenso piacere, che annoveri tra i tuoi ricordi il mio piccolo blog abbandonato e alla deriva tra i flutti. Per te ho lasciato il tagliere (sto facendo tortellini).
    Questo tuo chiamarmi in causa mi ha portato a ricordare con nostalgia, proprio come dici tu, il mondo dei blogger con le conoscenze, gli stimoli, le condivisioni di giochi di scrittura (come non ricordare i tuoi esilaranti racconti scaturiti dagli input di Patricia Moll), la piacevolezza di raccontare panzane molto lontane dalle perle di saggezza che tu amorevolmente mi attribuisci. Ritengo di aver più ricevuto da tutti, che dato.
    Quello che mi ha fatto abbandonare il blog è stato un momento di scombussolamento personale e familiare che mi ha fatto tirare i remi in barca per un po’. Non si è mai pronti a perdere una mamma, anche se quasi centenaria, ho avuto una fase di assestamento emotivo e personale che ha modificato il mio mondo, il mio modo di vivere. Sono sempre più spesso attirata da eventi e stimoli che provengono dal esterno e dalla libertà del muovermi che però, portano via tempo. In questo cambiamento che alla fine troverà un suo assestamento, c’è stata anche la paura di non riuscire a interpretare correttamente le nuove norme per i blog ma soprattutto la non voglia di mettermi a studiare cosa cavolo era da modificare. Poi c’è il fattore pigrizia che fa parte di me, lo so non è una dote nobile, io SOGNO di modificare, fare, scrivere nel blog ma poi non metto in atto, e resto nel mio mondo dei sogni.
    Il NONCELAPOSSOFARE mi appartiene, mi perdo per strada ma non drammatizzo, mi accetto con questo handicap, perché so che come Pollicino lascio sempre una traccia, un uscio socchiuso, una speranza ai sogni. Potere è volere.
    Chissà, con i miei lunghi tempi, forse tornerò.
    Un mondo di grato affetto
    Anna Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace tanto per la tua mamma e spero di leggerti di nuovo! Ti capisco comunque..anch'io vorrei modificare, fare e disfare ma la pigrizia spesso ha il sopravvento..un bacio grande Anna Maria!

      Elimina
    2. Anna Maria, che bello averti di nuovo qui. Oh mamma, i tortellini *_*, che godimento devono essere i tuoi! E per strapparti dal tagliere si vede che mi vuoi bene veramente eheheheheheheh...

      Perdere una persona cara è sempre avere il cuore amputato, qualsiasi sia l'età. Eh no, non si è mai pronti a perdere una mamma, non lo si è in nessun caso ed è giusto ristabilire nuovi equilibri con il mondo e con se stessi, per ritrovare quella parte di lei che risiede in noi e farne tesoro come fosse la più bella eredità.

      Fortunatamente riesco a leggerti e a sentirti a tratti per altre vie, Anna Maria ^_^ - viva i social! -. E se volete saperla tutta, io sto qui che scrivo il blog ma mi sa che ancora con la normativa non sono apposto manco io, oibò... Da quel punto di vista la pigrizia frega pure me! Un giorno o l'altro mi chiudono coercitivamente per inadempienza del regolamento :DDD...

      Di certo sarei felicissima di tornare a leggerti, ma anche solo non aver perso le nostre rispettive tracce mi conforta.

      Un abbraccio IMMENSO, Anna Maria cara,

      e a presto! Attraverso una delle tante vie che ci tiene in collegamento :***

      Elimina
    3. Oggi tortellini cotti e mangiati, mio nipote ha fatto il bis 😋
      Ciao carissima, ci leggiamo in giro 😘

      Elimina
  7. Ciao Irene. Siamo tutti un po' incostanti. Ciò premesso, però, hai ragione: molti, troppi, hanno smesso di scrivere sui blog e questo a me dispiace molto. Sopratutto mi dispiace non capire il perchè siamo sempre di meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo il gruppo che io rammento si è sfaldato. Però come dice Luz di seguito ci sono tanti blog e blogger interessanti che probabilmente non conosciamo ancora ^_^... Barbara, buttiamoci! esploriamo mondi nuovi :D... Sull'incostanza... lo scarso tempo fa da padrone..uff!
      Ti abbraccio!

      Elimina
  8. A chi lo dici. Per me presto saranno 4 anni di blog, purtroppo ho scoperto tardi questo mondo, anni fa ero presissima dai forum, e non sapevo di stare gettando al vento tempo prezioso.
    Quando ho cominciato quattro anni fa il panorama era decisamente più ricco e vivace, poi tutto è andato morendo nel tempo. Alcuni sono diventati meno assidui, altri hanno chiuso, altri ancora hanno sospeso e si spera facciano ritorno. Per quel poco è stato bellissimo. Nel frattempo però ho scoperto nuove realtà e mi trovo altrettanto bene.
    Insomma, ho una decina di punti fissi che frequento e dai quali ricevo anche tanto.
    Guardati intorno! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luz! Io prima del blog ero assidua di Qlibri, conosci? Recensivo tutte le mie letture, ed era pure stimolante, perché leggevo veramente tanto. Poi ho capito che volevo uno spazio un pò più aperto e libero e sono venuta qui. Felicemente, lo posso affermare.
      A prescindere dalla mia nostalgia nei confronti di blogger a cui mi ero veramente affezionata, la voglia di esplorare non mi è mai mancata. Non sono mai capitata su un blog per caso, così, tanto per fare numero o per avere indietro un affollamento vuoto nel mio di spazio, ma ho sempre scelto con cura, per gusto e per interesse. E devo ammettere che di blog interessanti ancora ne seguo, compreso il tuo, con il mio scarso tempo ed il mio frequente latitare, ma di stimoli e belle cose ce n'è ancora in giro ^_^
      Grazie per essere passata, e buon pomeriggio :**

      Elimina
    2. No, non conoscevo Qlibri.
      Dai, ci si legge in queste lande. :)

      Elimina
  9. Sei un tesoro, grazie. Torno, sono mesi che tento di risolvere alcuni problemi di salute, di conseguenza ho un po' mollato il web. Voglio tornare e accadrà presto. Un bacio grande come una casa per le belle parole che hai speso per me. Super Irene, grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti aspetto, Massi ^_^ Guarisci presto! Incrocio le dita per te! Sei tu Super. In tante cose :**
      Ti abbraccio! <3

      Elimina
  10. Ciclicamente ognuno di noi che ( sopravviviamo ) nel web ci chiediamo quale strada abbiano preso molti degli amici che ci hanno accompagnato per un bel pezzetto di vita virtuale.
    Anche io, tempo fa, avevo dedicato ad alcuni di loro un post.
    E credo di non essere stata l'unica.
    Di quelli che nomini, oltre Max che ho letto sopra e a cui voglio un gran bene, ricordo con piacere Francesca che continuo a seguire su INSTAGRAM.
    Verissimo quanto abbiamo imparato da loro e quanto abbiamo condiviso.
    Bello pensare che un giorno, forse, riusciremo a ritrovarli sul nostro cammino.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, devo ritrovare Francesca su Instagram, anche se io non lo uso. Ti ringrazio Mariella, per me tu sei un pezzo di saggezza in questo mondo così vasto. Ti leggo sempre con tanto tanto piacere <3

      Un abbraccio!:*

      Elimina
    2. Ahahah che io sia saggia non sei l'unica a dirlo. Io ogni volta mi chiedo: ma vero? È così che mi vedono nel web io, pazza scatenata che non crescerà mai? Ti abbraccio anch'io😘

      Elimina
    3. In quello che gli altri vedono di noi c'è sempre una base di autentica verità ^_^ ^_*

      Elimina
  11. L'uomo dei difetti sopravviverà a me. Ma non è un presagio: un auspicio.
    Hai iniziato e chiuso questo tuo pregevole, e nostalgico, con due suoi aforismi; che vorrei poter dire "miei", ma il fatto è che il desco era il suo, e io portavo solo la livrea. Aprivo la porta agli avventori, sistemavo il camino, davo fuoco alle polveri e m'assicuravo che tutti se ne andassero rifocillati. Questo, solo questo.
    Tuttavia, quel che è celato agli occhi, non è affatto detto che sia lontano dagli occhi.

    Sono certo che, in qualche modo, torneremo a leggerci. Io le storie toccanti di anime vere in una terra che da sempre m'affascina, e tu, i passi incerti d'un Viandante dagli occhi zuppi...
    Un forte (A)bbraccio, a presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono certa anche io, Massimiliano :) Tu sei Speciale, e l'uomo dei difetti non è che il tuo riflesso, lo è sempre stato.
      A presto, dunque. Attendo ancora il seguito di una certa storia con omicidio annesso... ;)...

      Ti abbraccio, confidando che tu stia bene :*

      Elimina
  12. Un post davvero bello il tuo. Cosa vuoi che ti dica, io che ero un'antica utente di Splinder (chissà se qualcuno ancora lo ricorda!) e che quindi ho perso praticamente ogni contatto con le care bloggers di allora. Mi fa sempre tantissima nostalgia quando ci penso, sai? E devo anche ammettere che ogni tanto mi mangio le mani per quando, tempo fa, alla chiusura di Splinder, non sono andata nemmeno a scaricarmi tutti i miei post (e stiamo parlando di roba che risaliva come minimo al 2005).
    Ma cosa vogliamo farci, forse tutto questo è bello proprio perché è un meraviglioso ricordo! :) Spesso anche io non riesco ad essere costante sul blog, ed è una cosa che mi riprometto sempre di sistemare! E sai perché? Perché se da un lato è vero che l'utenza è sempre meno e tutto il resto, è vero anche che noi siamo quelle che hanno in mano questi "blog" di oggi, e penso che sia un immenso piacere far parte di questo "circolo" fatto di pensieri, parole, finestre sul quotidiano e nuove conoscenze. Insomma, cerco di vederla come un circolo, un rinnovamento. E poi, se non fossimo qui non ci saremmo beccate nella blogsfera! :P
    Blogger sempre! ♥
    Un abbraccione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diana, tu sei di certo la mia "nuova" BELLISSIMA scoperta *_*. Io adoro leggere i tuoi post e passare dal tuo blog che trovo stimolante, bello, ricco. Anzi, mi scuso per la scarsa assiduità come lettrice, ma ho veramente poco poco tempo da dedicare a questa mia attività da blogger.
      Trovo meravigliose anche queste tue parole che qui hai voluto lasciare. Hai ragione: Noi siamo quelli che abbiamo in mano i blog di oggi e tocca a noi portarli avanti e renderli speciali.
      Grazie, ti ringrazio di cuore <3

      A presto,

      Un abbraccio :*

      Elimina
    2. Aww carinissima sei! :3 Sappi che il piacere di leggersi è reciproco, anche io adoro il tuo blog! Ogni volta che passo di qui mi arriva un'aria di positività ed energia assurde! Non ti preoccupare per la presenza/assenza sul blog, ti capisco benissimo e a volte si riesce a mettere un post fra una corsa e l'altra. L'importante è esserci, più che "quanto", direi "come"! :3
      Dunque, grazie mille a te! 💛
      A prestissimo, un abbraccio cara!!

      Elimina
  13. Irene, il tempo è quello che è... i blog vanno e vengono, ma le persone restano... magari cambiano priorità, ma quelle pagine che nascono con tanta passione non svaniscono, rimangono dei ricordi di chi le ha lette. Il bello di queste chiacchierate virtuali e che sono fatte tra persone VERE e rimangono più importanti di tanti discorsi fatti faccia a faccia... le parole volano (o fanno volare?) e gli scritti rimangono, e chi scrive un blog, seppur poco e con incostanza, lascia sempre una traccia di sé in chi lo legge, esattamente come fai tu. Un abbraccio grande, Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che darti ragione, Elisabetta. Le persone restano, rimarranno sempre <3 Chi crede nella scrittura o in ciò che vuole mostrare ed esprimere tramite la scrittura non può che credere in tutti coloro che incrocia lungo il cammino di questa avventura.

      Il blog è un'avventura di vita. Una bella e straordinaria avventura.

      Ti abbraccio, Amica adorata

      Elimina
  14. La prima cosa che mi viene da scrivere è "senti chi parla"!!!!!
    Proprio tu che ci avevi abitutato così bene con la tua verve e il tuo modo di fare, con le tue parole a volte burlone altre profonde ed emozionanti...
    proprio tu, REginella Irene che hai cambiato nome e blog e a volte pare ci abbia dimenticato...

    Quanto bene ti vogliamo tutti quanti Irene. La nostra Regina per sempre.

    Blog che sembrano spariti? Uno per tutti La nostra libreria di Glò, Michele e PiGreco.
    Il motivo? Forse i problemi che la vita mette sulla strada di tutti e che se non tolgono la voglia di fare tolgono il tempo per fare.

    Un mega abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, la libreria è tornata, non con lo stesso ritmo ma Glò e Michele si sono riaffacciati dal loro bel balconcino💛

      Elimina
    2. Oh, yeee... La Libreria non è finita nel mio elenco nostalgico proprio perché ho dato un occhio e ho visto che come me anche la mitica Glò e gli altri provano a tenerla viva *_*

      Elimina
    3. buuuuuuuuuuuu... sob sob... dai, me lo merito il cazziatone, Patty... ehehehehhe... ma io MAI vi dimentico! Il mio è solo un problema pratico di tempo: le giornate si precipitano e per quanto provi a farci rientrare dentro anche il blog di sovente la cosa mi risulta del tutto impossibile.

      MA MAI VI DIMENTICO <3... anche perché quando mi metto a leggere qualsiasi post, preferisco sempre farlo con calma e attenzione, altrimenti per me perde di senso e significato la cosa...

      TI ABBRACCIO FOOOORTEEEEEE

      Elimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  16. Mr. Hyde di "Cassetti Confusi" ma proprio oggi ha fatto un post. Non so se è un fuoco di paglia, forse sì, ma mi auguro che non sia così. E poi anche se tu non hai chiuso nulla, mi spiace il tuo postare rarefatto perché mi piace sempre leggerti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, non conosco il blog che citi: ma un post che annuncia la chiusura? Spero di no!
      Hai ragione ^_^ ma come ho ribadito qui sopra a Patty, il mio tempo è veramente risicato. Mi ci vorrebbe una giornata minimo di 48 ore per riuscire a fare quello che devo e quello che vorrei fare...
      Attendo periodi più quieti :***

      Elimina
    2. No, non scriveva da tanto ed ha fatto un post per gli otto anni del suo blog. Solo che non so se tornerà presto a postare ancora. io ti attendo...

      Elimina
  17. Avevi ragione: sono corsa ai ripari sedendomi al computer fisso. Qui, il mio account è salvo e, per fortuna, funzionante.
    Nel commento che non ho potuto pubblicare avevo detto più o meno che le tue parole sono bellissime e che le so sincere, per questo hanno un gran valore per me.
    Non chiudo il blog: il Taccuino è solo in pausa, voglio credere che sia solo un momento passeggero, come l'anno sabbatico che serva per ritemprarsi. A un certo punto ho perso la verve scrittoria e con essa l'interesse verso argomenti a me tanto cari. Tengo molto ai contenuti del mio blog e non voglio scrivere qualunque cosa tanto per tenerlo vivo. Così ho deciso di prendere respiro lontano dallo spazio che ho condiviso con un sacco di bellissime persone, sicura di ritrovarle quando tornerò con la tempra giusta. Te l'ho detto su Fb, lo ripeto anche qui: tu sei una conoscenza speciale e mi ha fatto non sai quanto piacere questa tua attestazione di stima nei miei confronti che è assolutamente reciproca.
    Dunque ci si vede in giro, che il web consente diverse occasioni di incontri che non siano i post di un blog, insomma se beccamo, sorè! ;) <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccooooolaaaaaaaaaaaaaa ^_^
      Te l'avevo detto che poteva trattarsi di un impiccio tecnico il tuo non riuscire ad accedere.
      Sono felice di quello che mi dici, che mi hai detto in più occasioni, è bello e fondamentale seguire le proprie esigenze di spirito e di riformula personale. E comunque ti vedo, sai, anche se hai preso pausa dal blog sei sempre sull'onda creativa e ti metti in gioco con mille spunti diversi.

      Per quanto riguarda il piano della scrittura, io ti attendo paziente ^_^.

      Commà, s'addafà st'incontro. Entro Natale provvediamo :***

      Abbracci, abbracci, abbracci anche qui <3

      Elimina
  18. per quello che ci trasnetti cara Irene non credo smetteremo mai di leggerti o aspettare un tuo scritto...provo tanta ammirazione oltre una buona dose di amicizia è ogni volta sono compiaciuta che non sono solo io a provare questi sentimenti...sei nel cuore di tutti noi come gran parte di queste stupende persone che hai nominato nel tuo post...alcune di loro sono intrappolate anche nel mio cuore e non le lascerò uscire...un abbraccio grande cara amica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusina, mi sento di dire con tutto il trasporto che posso: W la blogsfera che ci ha fatto incontrare <3 <3 <3

      Elimina
  19. Cellulofono del kaiser! Non riedco a risponderti sopra.
    😂😂😂😂😂😂😂 me l'hai servita su un piatto di argento 😂😂😂😂😂😂 ma tu lo sai che scherzo!!
    E guai a chi mi tocca Reginella!!! Bacio!

    Mariella lo so che Glo e Michele stanno cercando di tornare. Però ero abituata al ritmo di prima 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo soooooo che mi ami eheheheheh... e non per le cavolate che scrivo ma perché credo tu mi conosca ^_^...
      Per quanto mi riguarda, tu rimani il mio faro in questo mondo di blog e blogger *_*... se mai - faccio le corna e so che non succederà, figuriamoci - tu decidessi di chiudere o sparire dal Myrtilla's House, chiudo anche io per protesta! GIURO XD...

      Elimina
  20. Siamo in una fase si cambiamento e anche i blog ne risentono. Altri social consentono una diffusione più veloce e in una logica di mercato la visibilità è tutto. Perintenderci... Un blog delizioso che seguivo si è trasferito su fb:adesso ha migliaia di like e condivisioni che prima si sognava pur scrivendo le stesse cose.
    Per quel che riguarda le chiusure, invece, penso che, a parte a mancanza di tempo, risentono anche del pubblico ridotto :se non ho ritorno, a chi parlo? Tante volte me lo chiedo anch'io, poi però mi dico che io scrivo soprattutto x me... E va bene così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non so in che modo si possa trasferire un blog su fb? O-O... nel senso che il blog, "logisticamente" parlando, a me piace perché è uno spazio ordinato, pulito, con un archivio dei post, senza quella cosa orribile dei like - ma che senso c'hanno sti like? Mi piace, embè? Se non si esprime un giudizio, un parere, un punto di vista...

      Sul pubblico dei blog si potrebbe scrivere un trattato. Sfortunatamente io noto un'autentica corsa alla raccolta dei follower e dei commenti. Ma anche qui, che senso può avere un commento di X ad una cosa che io ho scritto se quel commento non scaturisce dall'autentica lettura del post? Che bello, sei bravissima, che cosa interessante... e magari chi commenta ha letto si e no le prime due righe. Non ha senso. Ugualmente mi sentirei un'idiota ad andare in giro per decine e decine di blog a lasciare la mia vacua traccia solo per avere un ritorno altrettanto vacuo. Da questo punto di vista seguo i miei sacrosanti ideali, leggo quando posso, se non ci arrivo preferisco sorvolare e negli intenti pongo sempre al primo posto l'effettiva crescita personale che ha comportato la lettura di quella data cosa lasciando a chi l'ha scritta un mio pensiero concreto ed attinente. I blog dovrebbero rappresentare i nuovi circoli letterari o comunque delle piazze interculturali, ma suppongo che nei salotti del passato ci mettessero un pizzico più di coerenza :P

      Per il resto, concordo con te, Dolcezze cara: anche io scrivo principalmente per me, la scrittura è terapeutica, comunque vada, il blog si può sempre sfogliare e godere dentro la calma della propria sfera personale.

      Ti abbraccio. Tanto.

      Elimina
    2. Trasferire nel senso che ha abbandonato il blog per scrivere su fb... quello che scriveva sul blog. Il ritorno è decisamente maggiore anche grazie alla possibilità di condivisione che moltiplica i contatti. Comunque ... noi resistiamo:no pasaran!

      Elimina
    3. Sì, purtroppo è così..io ho l'ansia da social, soprattutto l'ansia da fb, ma mi rendo conto che se volessi davvero allargare la cerchia di lettori dovrei perlomeno aprire una fan page..ma non ce la faccio..!

      Elimina
    4. Io voto per i pochi ma buoni. Con Fb non ce la faccio, su fb posso condividere il link di quello che ho scritto - e lo faccio di rado - ma scrivere di sana pianta sotto quella dicitura Stato proprio non ce la fò. Sono antica, oibò...

      Resistiamo! O yeeeeee... <3

      Elimina
  21. Mi ci rode il centrochiappe quando per un motivo o per l'altro non riesco a intrattenere un rapporto con un/a blogger che mi piace, che mi ha colpito, magari co na scarpata, insomma con chi vorrei intrattenermi.
    Ho il guaio che dimentico il nome del blog, o come cavolo si chiama, allora me lo scrivo, ma a volte dimentico dove l'ho scritto...e che ce vôi fa, so nato incasinato e nun me pento...odio la monotonia, ma a te ti rovo spessisimo sul mio blog. Il mio. È diverso lì. Quando ho qualcosa da scrivere io scrivo; quando mi va di scrivere le trovo le cose da scrivere, ma scrivere solo per battere sui tasti mi paresse scemo assai.
    Per esempio: mi ha fatto piacere venire a commentarti, tanto per dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vincenzooooo!!! Tu qui ci puoi venire quanto e quando vuoi. Ed anche se non ti ricordi, tranquillo, che vengo io da te ^_^ A me piace assai, e leggerti è altrettanto godurioso. E' che mannaggia ho poco poco tempo, allora cerco di leggere tutti ma a puntate, e qualche puntata magari salta. Ti abbraccio! Sei tra i più autentici. Sempre pensato :*

      Elimina
  22. Salve,
    Offerte di prestiti tra privati, veloci e affidabili
    Sono una persona seria e onesta che concede prestiti che vanno da 3.000 a 500.000 euro a ogni persona che cerca un prestito di denaro per coprire un bisogno, saldare un debito, realizzare un progetto, riattivare la sua attività, un'altra preoccupazione. Ti chiedo di essere contattato direttamente con me.

    fedora.rigotti51@gmail.com

    Whatsapp: +39 3891124366

    RispondiElimina