lunedì 4 giugno 2018

#cosestupidemanontroppo(dal web)-2

L'Europa secondo un Italiano


Così col governo l'abbiamo sfangata. Dopo 3 mesi di follie, di colpi di scena, di decisioni inaudite tanto da gridare al colpo di stato, ad un giorno dalla fatidica parata del 2 Giugno, stretti gli accordi, messe da parte le divergenze, dovevamo festeggiare la Repubblica e l'abbiamo festeggiata.

Gli italiani una 'nticchia attoniti ci sono rimasti. Si doveva andare a rivotare, non si capiva dove  s'era inceppata o violata la Costituzione, insomma, un putiferio senza quasi precedenti, ma tutto è bene quel che finisce bene.

Perché poi noi italiani siamo un popolo un pò attonito di natura. Noi italiani siamo buoni, un tantinello svampiti, tanto incazzosi ma pur sempre portati alla pacifica staticità delle cose. Riusciamo ad essere felici con poco, noi italiani.

Siamo persino capaci di commuoverci di fronte ad un nuovo Presidente del Consiglio che Finalmente! si ferma per la strada ad interloquire con dei manifestanti di una fabbrica che sta per essere mandata al capolinea.



Imprechiamo solo contro l'Europa, noi italiani. Questa Europa che ci ha rovinato, che ci ha portato via la lira, che ci ha imposto norme e divieti, che ci ha lasciato da soli con i migranti, che ci ha fatto tirare la cinghia.

Ma, in media, dell'Europa, sappiamo poco o niente. In una buona percentuale ne disconosciamo persino la geografia.

E' per questo che giorni addietro non ho potuto fare a meno di sorridere, ma di sorridere tanto, quando su uno dei tanti gruppi uozzapposi mi è arrivato questo:

 

Dite la verità, tra le lacrime per la situazione penosa che in cui versa la nostra povera Italia, state sorridendo anche Voi?